Facebook Ads per e-Commerce: cosa devi sapere

Facebook Ads per e-Commerce: cosa devi sapere

Come tutti sappiamo negli ultimi tempi l’abitudine di acquisto sta profondamento cambiando anche sul canale online e Facebook sta assumendo un ruolo prioritario nello stimolare gli utenti a comprare da un e-Commerce. Questo perché l’utilizzo è molto diffuso? Sì, ma anche perché ci dà la possibilità di creare campagne molto profilate. In precedenza abbiamo già introdotto Facebook e alcuni tipi di ADV, oggi parliamo invece del perché si dovrebbe utilizzare per la vendita online, cosa dovete fare prima di iniziare a progettare una campagna, i livelli che compongono una inserzione fino alle diverse tipologie di targeting.

Perché usare Facebook per l’e-Commerce?

Facebook ormai domina rispetto tutti gli altri social network, addirittura ha raggiunto e superato Google rispetto al traffico generale.

Facebook Ads ha sempre investito sulla sua massima capacità di profilazione, con i suoi strumenti potete infatti essere in grado di trovare per esempio le donne che hanno appena partorito, quelle incinta, quelle che, se vendete prodotti per bambini, hanno un figlio di 18 mesi, oppure se vendete arredamento, potete essere in grado di trovare chi ha appena traslocato o chi ha cambiato casa; se vendete viaggi potete targetizzare chi è appena tornato da un viaggio da una o due settimane che statisticamente sono gli utenti più predisposti ad acquistarne di nuovi…

Quando parliamo di Facebook ci viene subito da pensare al suo ampio numero di utenti attivi al mese, circa 1,71 miliardi con un aumento del 15% rispetto l’anno precedente, tanto che è diventato il sito più visitato al mondo.

Ormai quasi tutti abbiamo un nostro account che consultiamo quotidianamente: circa 50 sono i minuti che gli utenti trascorrono al giorno su questo canale.Oltre ad essere utilizzato da diversi pubblici target, questi canale propone anche gli annunci sponsorizzati che hanno un’alta visibilità grazie all’apparizione sul listing principale. Inoltre, anche se gli utenti spesso non sono attenti o non stanno cercando in quel momento il vostro prodotto/servizio non è detto che non gli interessi.

Quali sono gli obiettivi per un e-Commerce?

Ogni progetto di e-Commerce ha un proprio fine strategico e di business; qui di seguito però vi posso proporre una serie di motivazioni da tenere sempre a mente quando inizierete ad implementare la vostra strategia social.

1. Social Proof e Customer care

Facebook è diventato un megafono della vostra reputazione, rappresenta il riflesso del vostro metodo di lavoro e specialmente dei vostri risultati. Ogni cosa che fate su questo canale ha un riscontro o positivo o negativo e la gran parte delle volte tiene presente specialmente quello negativo. Al giorno d’oggi il vostro futuro cliente è diventato ormai parte del processo di vendita, lui decide di comprare per la gran parte delle volte a seguito del passaparola oppure dopo aver letto recensioni di altri. Insomma, si fida della community, non del sito.  Ecco quello che dovrete generare: recensioni post vendita, condivisioni da parte degli utenti e interazioni, pubblicare video recensioni oppure organizzare contest o concorsi a premi. Inoltre, lo sapete che alcune statistiche confermano che i volti umani diminuiscono la distanza virtuale tra consumatore e venditore? E’ bene quindi far vedere il vostro Team per poter provare quindi a creare un po’ di loyalty.

2. Vendite/raccolta lead

Se il vostro obiettivo è quello di portare il click da Facebook all’e-Commerce, i tassi di conversione non sono così elevati rispetto gli altri canali di marketing. Anche perché si lavora male sul visual, si lavora male sul copy, si lavora male sulla landing page e fondamentalmente andiamo a sbattere in faccia un determinato prodotto a chi in quel momento non lo sta cercando. Su Facebook quindi potreste provare a testare i contest. Se dovete vendere una piscina gonfiabile, non fate vedere quel prodotto ma provate a comunicare il contesto, una festa, delle birre oppure delle ragazze che prendono il sole. Successivamente provate a stimolare il visual sia attraverso l’immagine che con il copy. All’interno della piattaforma di Facebook ci sono delle sezioni dedicate all’e-Commerce, il remarketing cross device offre delle buone performance e conversioni. Il suggerimento che vi posso dare è quello di lavorare bene sulla display e sul copy, oltre che sicuramente a conoscere il vostro target per riuscire a ottenere “buoni” click.

3. Brand awareness

Facebook è il canale meno costoso se volete ottenere alta visibilità e raggiungere un alto livello di audience. Le campagne che andrete a creare verranno viste all’interno del newsfeed principale, non è il banner display in fondo alla pagina che probabilmente non vedrà nessuno. 🙂

4. Ascolto dei clienti e Research

Attraverso questo canale posso fare delle ricerche attraverso la pagina degli insight. Su Facebook è possibile studiare tutto il pubblico e le persone interessate alla vostra pagina; è inoltre possibile personalizzare i diversi pubblici di riferimento per andarli a studiare poi in dettaglio.

Cosa fare prima di attivare una campagna?

Prima di creare un’inserzione ovviamente bisognerebbe avere un business ottimizzato altrimenti i risultati non vi arriveranno nemmeno da Facebook. Consiglio l’uso di questo canale sia sui servizi e sia per il B2B poiché offre strumenti molto utili per la raccolta contatti, quindi lead generation, e permette di fare Lead ADS anche tramite landing page.

Una cosa molto importante: prima di attivare una campagna è bene sapere che potete cambiarla anche quando è già attiva; potete pianificare quanti giorni e in quali giorni investire, potete cambiare le opzioni di targetizzazione anche se in attività da più giorni.

In merito a quanto investire, l’effettivo investimento dipende dalla qualità delle campagne, potete pagare a CPM (mille impression) e per CPC (Costo per click). Solitamente Facebook dà l’opzione con l’algoritmo ottimizzato per il miglior rendimento.

Prima di promuovere la campagna è necessario che implementiate il pixel di monitoraggio. Questo codice ha l’obiettivo di tracciare tutte le attività e tutti i risultati che andrete ad ottenere da ogni campagna. E’ di estrema importanza averlo perché analizzerà non solamente tutte le vendite ma ogni azione che vogliate monitorare come per esempio l’aggiunta al carrello, le pagine viste con una profondità molto ampia, l’acquisizione di un contatto, la visualizzazione di un contenuto. Per estrarre il pixel dovrete andare su “Gestione inserzioni” > “Pixel” fino ad ottenere la seguente schermata.

Il codice generato una volta che andrete a cliccare su “Configura il pixel” se non avete competenze tecniche, sarà da fornire alla vostra area sviluppo, che lo dovrà inserire tra i Tag <head> </head> .

Per verificare il corretto inserimento dovrete installare Pixel Helper, ossia un plugin scaricabile e adatto a diversi browser, che vi permette di verificare se il pixel è stato inserito correttamente.

Creare una inserzione

Per poter pubblicare un’inserzione dobbiamo partire dalle basi. La pubblicità Facebook è realizzata in 3 livelli: campagna, gruppo di inserzioni e inserzione. Tutti questi 3 elementi sono costituiti al fine di realizzare una vera e propria struttura della campagna.

    1. Campagna: a questo livello viene configurato l’obiettivo pubblicitario;
    2. Gruppo di inserzioni: in questa fase viene definita la strategia di targetizzazione attraverso la definizione delle opzioni di budget, programmazione e pubblico;
    3. Inserzione: costituiscono elementi visivi e di creazione di contenuti, immagini o video con l’obiettivo di attirare l’attenzione del target sulla vostra promozione.

La campagna, che si trova al primo livello, è la base della vostra inserzione. In questa fase si ha la definizione dell’obiettivo pubblicitario il quale definisce cosa andrete ad ottenere con la vostra inserzione ad esempio: se il vostro obiettivo è quello di promuovere la vostra pagina, l’inserzione sarà realizzata allo scopo di ottenere il maggior numero di “mi piace” sulla pagina del vostro e-Commerce.

Il secondo passaggio è la definizione del gruppo di inserzioni, che indica la modalità di pubblicazione dell’inserzione. In questa fase andrete a creare il target definito utilizzando le opzioni di targeting (che vedremo tra poco) offerte da Facebook. Luogo, sesso ed età sono solo alcuni degli elementi che troverete per poter impostare la vostra inserzione. Tenete inoltre in considerazione che una campagna può includere più gruppi di inserzioni ognuno con targeting, budget e programmazione di uscita differenti.

Il terzo livello come anticipato consiste nella creazione dell’inserzione, ossia ciò che il vostro pubblico vedrà. In questo step dovrete scegliere la giusta creatività che potrà comprendere immagini, video, contenuti e call-to-action. Anche qui, tenete presente che potrete avere più inserzioni in un solo gruppo di inserzione.

Il Targeting di Facebook

Conoscere il pubblico di riferimento è davvero importante nella gestione di una campagna per e-Commerce. La gran parte delle campagne Facebook sono basate sulla targetizzazione, quindi sulla creazione di un “pubblico personalizzato” e ben definito. Nel definire un pubblico personalizzato, potrete scegliere:

  • il luogo di riferimento, ossia definire un pubblico in base a paesi, stati, province, città, CAP;
  • l’età, con l’obiettivo di rendere le inserzioni visibili alle persone che rientrano in una determinata fascia di età;
  • il sesso, permette di mostrare le inserzioni a uomini, donne o tutti;
  • la lingua, permette di mostrare le inserzione in base alla lingua del target;

Nella crazione di un pubblico, Facebook permette anche di fare una “targetizzazione dettagliata” ossia includere o escludere gli utenti da un pubblico in base a dati demografici, a interessi e/o comportamenti e inoltre, includere o escludere gli utenti da un pubblico in base alle “connessione” alle vostre pagine, che hanno partecipato ad un vostro evento o alla connessione di una vostra app. La cosa interessante è che potete combinare contemporaneamente le diverse opzioni in base alle vostre necessità. Tenete in considerazione che nel momento in cui andrete a creare un pubblico di destinazione, Facebook cercherà in modo automatico di trovare le persone che potrebbero farvi ottenere il risultato migliore.

Ora, una domanda che la gran parte delle persone fanno: il pubblico di destinazione deve essere ampio o specifico? Facebook permette di seguire due approcci generali per creare un pubblico di destinazione: ampio e specifico; ovviamente quello che andrete a scegliere dipenderà dagli obiettivi che desiderate raggiungere e dalle risorse che avete a disposizione:

  • La targetizzazione specifica permette essenzialmente di definire alcuni elementi su cui si andrà a basare la diffusione per trovare gli utenti migliori a cui mostrare l’inserzione da voi creata, elementi tra cui la “targetizzazione demografica” o “pubblico personalizzato” o “simile”. Consiglio di utilizzare questo tipo di targetizzazione se, per esempio, oltre ad avere un e-Commerce avete anche un negozio fisico a Milano e volete creare una campagna marketing che possa rivolgersi a tutte quelle persone che vivono nelle vicinanze di Milano.
  • La targetizzazione ampia vi permetterà invece di affidarvi al sistema di pubblicazione di Facebook per raggiungere il pubblico migliore a cui mostrare l’inserzione. Tale approccio consiste nel trovare potenziali utenti che non avreste mai conosciuto. Questo metodo viene consigliato se non conoscete con certezza a quale target rivolgere la campagna. Se il vostro obiettivo è per esempio brand awareness su larga scala allora consiglio di usare questo tipo di targetizzazione mantenendo una fascia di età più ampia possibile.

Queste sono solo alcune indicazioni e che posso fornirvi per darvi un quadro generale sull’uso di Facebook per il vostro e-Commerce. Come potrete immaginare, Facebook fornisce diversi strumenti per molteplici obiettivi, se voleste avere informazioni più dettagliate sull’uso di questo canale per la vostra strategia di vendita online contattateci senza impegno 🙂

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Diamo i numeri!
home_icon_utenti
570

milioni di mail
I volumi annui delle nostre campagne email marketing.
home_icon_campagne
7.000

sviluppatori
La community che ha utilizzato tecnologia MW.
home_icon_fatturato
18

anni di attività
Un indicatore di esperienza e affidabilità.
home_icon_lead
15
persone + 20 collaboratori esterni
Un team completo di professionisti specializzati.
home_icon_crescita
1000 +

clienti
Le aziende che ci hanno dato fiducia.
Scarica “Mobile Commerce in Italia”

Inserisci nome e indirizzo mail per scaricare subito e gratuitamente il documento.

Ho letto e accettato l’informativa sulla privacy.

* Questa informazione è necessaria, grazie.

×
Scarica “e-Commerce Launch Checklist”

Inserisci nome e indirizzo mail per scaricare subito e gratuitamente il documento.

Ho letto e accettato l’informativa sulla privacy.

* Questa informazione è necessaria, grazie.

×
Scarica “Nuova Presentazione Merlin Wizard”

Inserisci nome e indirizzo mail per scaricare subito e gratuitamente il documento.

Ho letto e accettato l’informativa sulla privacy.

* Questa informazione è necessaria, grazie.

×