Il tuo eCommerce non decolla?
Scopri la Performance Academy: i corsi formativi gratuiti
per migliorare i risultati del tuo negozio online

Il marketing di prossimità

Il marketing di prossimità

Con l’avvento delle nuove tecnologie e dei nuovi mezzi di comunicazione abbiamo sempre più interazioni tra il canale online e il canale fisico.

Nei blog precedenti abbiamo già più volte affrontato il tema relativo alle possibilità di utilizzo del canale online per generare “prospect”: l’online come punto di raccolta di nominativi per una rete di agenti.

In questo blog vediamo invece come utilizzare il canale online per portare clienti in un punto fisico e agevolare la vendita di un prodotto/servizio che si trova al suo interno.

Pensiamo ad un negozio, ad un albergo o ad una località turistica: in queste situazioni i momenti di contatto con il potenziale cliente esulano dal mondo digitale. L’azienda si trova a dover interagire con il cliente solo in momenti particolari e cioè quando si trova vicino o addirittura all’interno di uno spazio fisico ben preciso. Questi sono solo alcuni dei casi in cui il marketing di prossimità potrebbe rivelarsi molto utile.

Le campagne di prossimità o drive to store

In questi primi mesi del 2019 stanno assumendo sempre più importanza le cosiddette campagne di prossimità o drive to store.

Si parte sempre dal presupposto che tutto è reso possibile dalla capillare diffusione degli smartphone e delle loro applicazioni: oltre 49 milioni di utilizzatori e una penetrazione dell’ 83%.

Si tratta di un nuovo modo di fare marketing che usa gli smartphone e gli altri dispositivi portatili dei potenziali clienti: come? Attivando contenuti multimediali e interattivi che permettono un’interazione con il cliente quando quest’ultimo si trova nelle vicinanze di un determinato luogo fisico o punto vendita.

La possibilità di segmentare l’audience secondo la posizione fa sì che tutte le persone che si trovano nelle vicinanze del punto vendita possano diventare clienti potenziali aumentando di fatto l’efficacia delle campagne. Si tratta di una forma di pubblicità personalizzata.

Tuttavia se fino a poco tempo fa le campagne di prossimità si basavano solo sulla posizione dell’audience, con l’affinarsi delle nuove tecnologie queste tipologie di campagne stanno diventando sempre più complesse e raffinate: si riescono a profilare gli utenti in base agli interessi, al comportamento arrivando persino a tracciare le visite reali ai punti vendita e il tempo speso in essi.  

Le nuove possibilità delle campagne di prossimità

I dati di posizione vengono arricchiti dai dati comportamentali riuscendo a colpire solo quegli utenti che corrispondono a un determinato profilo e solo nel momento in cui si trovano in prossimità del punto vendita.

La possibilità di poter profilare gli utenti permette anche di segmentare l’audience inviando offerte personalizzate e mirate.

Di fatto l’arricchimento dei dati permette di non disperdere l’investimento portando a rese e risultati decisamente superiori rispetto alle classiche campagne di prossimità.

Le tecnologie utilizzate: wi-fi, bluetooth e gps sono relativamente poco costose e di larga diffusione consentendo una copertura del territorio molto vasta ed accurata.
La possibilità di “seguire” gli utenti nei loro spostamenti, tracciando la posizione dei loro device mobili, permette un’ accuratezza nella rilevazione della posizione impensabile fino a pochi mesi fa.

Ma si va anche molto oltre perché si riesce persino a tracciare il comportamento dei potenziali clienti che segue alla visualizzazione del messaggio pubblicitario.

Riuscire a definire il comportamento di un utente dopo aver interagito con un messaggio pubblicitario permetterà di capire la reale resa di quanto inviato: “E’ entrato nel negozio”.

Con l’avvento di dispositivi come i beacon, trasmettitori a bassa potenza che possono notificare la propria presenza agli smartphone, si sono aperte ulteriori possibilità. Questa nuova tecnologia permette di inviare comunicazioni, promozioni, sconti, prezzi e qualunque altra informazione si possa inviare ad un dispositivo elettronico nelle vicinanze.

Come abbiamo visto le potenzialità di una campagna di prossimità possono essere molteplici:

  • far visualizzare una push sul cellulare nel momento in cui l’utente si trova vicino ad un punto vendita
  • al contrario proporre un prodotto concorrente al negozio che si sta visitando
  • veicolare offerte istantanee o buoni sconto
  • fornire descrizioni e caratteristiche di prodotti o servizi

Questi sono solo alcuni degli esempi delle varie possibilità che offrono queste tipologie di campagne.

Hai un punto vendita e vorresti aumentare le visite nel tuo negozio?
Leggendo questo blog ti sei incuriosito e vorresti approfondire l’argomento?
Non perdere l’occasione e contattaci, saremo lieti darti tutte le informazioni richieste.

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Diamo i numeri!
home_icon_utenti
570

milioni di mail
I volumi annui delle nostre campagne email marketing.
home_icon_campagne
7.000

sviluppatori
La community che ha utilizzato tecnologia MW.
home_icon_fatturato
18

anni di attività
Un indicatore di esperienza e affidabilità.
home_icon_lead
15
persone + 20 collaboratori esterni
Un team completo di professionisti specializzati.
home_icon_crescita
1000 +

clienti
Le aziende che ci hanno dato fiducia.
Scarica “Mobile Commerce in Italia”

Inserisci nome e indirizzo mail per scaricare subito e gratuitamente il documento.

Ho letto e accettato l’informativa sulla privacy.
* Questa informazione è necessaria, grazie.

×
Scarica “e-Commerce Launch Checklist”

Inserisci nome e indirizzo mail per scaricare subito e gratuitamente il documento.

Ho letto e accettato l’informativa sulla privacy.
* Questa informazione è necessaria, grazie.

×
Scarica “Nuova Presentazione Merlin Wizard”

Inserisci nome e indirizzo mail per scaricare subito e gratuitamente il documento.

Ho letto e accettato l’informativa sulla privacy.
* Questa informazione è necessaria, grazie.

×